REG. PIEMONTE RISARCISCE I DANNI DA PREDAZIONE AL BESTIAME DOMESTICO E ISTITUISCE IL PREMIO PASCOLO GESTITO

Categoria principale: NEWS

Anche quest'anno la Regione Piemonte ha previsto un fondo per il risarcimento degli allevatori il cui bestiame è stato predato da carnivori selvatici (in particolare lupo, lince e cani vaganti) ed ha istituito il Premio Pascolo Gestito.

Per quanto riguarda il primo aspetto, il risarcimento viene corrisposto per tutte le predazioni accertate nel territorio dei Comuni inclusi nelle Comunità Montane e ad una quota superiore ai 900 m.s.l.m. nell'Area Alpina e superiore ai 300 m.s.l.m nell'Area Appenninica. Se la predazione è avvenuta a quote inferiori ma i predatori sono lupo e lince, viene comunque fatto un sopralluogo per verificare la possibilità di indennizzo.
Verranno risarciti solo gli allevatori che avranno messo in atto uno dei sitemi di prevenzione alla predazione, tra cui la sorveglianza continua del bestiame, le recinzioni di confinamento o altro.

Criteri per l'accesso al risarcimento

 

Il Premio Pascolo Gestito invece riguarda gli allevatori di ovini e caprini con almento 50 capi allevati nel territorio dei Comuni inclusi nelle Comunità Montane e ad una quota superiore ai 900 m.s.l.m. nell'Area Alpina e superiore ai 300 m.s.l.m nell'Area Appenninica.
Tale premio ha lo scopo di favorire la gestione del pascolo, sia per quanto riguarda interventi di miglioramento che favoriscono la conservazione dell'ambiente montano, sia per quanto riguarda l'attuazione del pascolo sorvegliato, considerato anche il ritorno del lupo nelle aree alpine, favorito a livello nazionale e comunitario (Convenzione di Berna, Direttiva Habitat, Legge 175/92).
Le domande per ricevere tale premio vanno presentate entro il 30 giugno 2009. Verrà poi stesa una graduatoria regionale.

Criteri per il Premio Pascolo Gestito

 

Altre informazioni: http://www.regione.piemonte.it/cgi-bin/agri/leggi/pub/bando.cgi?id=459