CHETOSI o TOSSIEMIA GRAVIDICA

Categoria principale: VETERINARIA

Questa malattia metabolica colpisce generalmente le capre nell'ultimo mese di gravidanza o nel primo mese di lattazione.
I fattori che ne influenzano l’insorgenza sono:

  • eccessiva nutrizione, capre obese;
  • denutrizione in tarda gravidanza;
  • fattori stressanti, quali improvvisi cambi nell'alimentazione, condizioni meteorologiche avverse, trasporto etc.

Per quanto riguarda le capre grasse o che fanno poco movimento, l’accumulo di grasso addominale è tale, durante la fine della gravidanza o l’inizio della lattazione, che limita la capacità investiva. In questi casi, l’insorgenza di chetosi è quasi sempre mortale.

 

In caso di denutrizione della capra gravida, si instaura ipoglicemia dovuta anche all'aumento dei fabbisogni del feto verso il termine della gestazione. In questo caso, i fabbisogni energetici vengono coperti da altre fonti, quali aminoacidi o acidi grassi liberi, che si accumulano però nel fegato provocando liberazione di chetoni (chetosi). Negli stadi avanzati, l’animale si isola dal gruppo, mostra depressione e può andare in coma.

 

SINTOMI
I principali sintomi sono: eccessivo ingrassamento delle capre, riduzione dell’appetito, diminuzione di interesse, apatia, sguardo fisso, cecità, decubito prolungato, feci scure ricoperte di muco, ritenzione di placenta dopo il parto.

 

PREVENZIONE
La prevenzione di questa patologia si basa da un lato su una corretta alimentazione, dall’altro sulla limitazione di fattori stressanti che possono indebolire l’animale.
Per quanto riguarda l’alimentazione, è necessario:

  • aumentare il livello nutrizionale della dieta con il progredire della gravidanza, per soddisfare gli alti bisogni del feto; una capra gravida dovrebbe ricevere fieno di alta qualità e più di 400 g/giorno di concentrato;
  • limitare invece il livello nutrizionale nelle capre di media o tarda lattazione e in particolare nelle capre in asciutta, per evitare di avere animali obesi prima del parto.

Per quanto riguarda i fattori ambientali, è necessario limitare le situazioni di stress alle capre gravide, quindi evitare cambiamenti nell’alimentazione, trasporto degli animali, esposizione a situazioni meteorologiche avverse o cambio di animali all’interno del gregge.

 

DIAGNOSI E TERAPIA
La rilevazione di questa dismetabolia è possibile mediante l’utilizzo di apposite strisce reattive che, imbevute di urina, rilevano la presenza di corpi chetonici.
Come terapia, è utile somministrare glucosio via endovenosa o somministrare lassativi, quali melassa di glucosio, glicole propilenico o sodio propinato; se la chetosi insorge nel primo mese di lattazione, è consigliabile sospendere la mungitura per 48 ore e somministrare corticosteroidi.

 

Indietro a "Patologie"