IPOCALCEMIA o CARENZA DI CALCIO

Categoria principale: VETERINARIA

La carenza di calcio colpisce generalmente le capre nelle ultime 4-6 settimane di gestazione. A differenza delle bovine, le capre hanno un maggior bisogno di calcio per lo sviluppo del feto o dei feti, piuttosto che durante la lattazione, anche se in animali molto produttivi l’ipocalcemia può manifestarsi anche all’inizio della produzione di latte.

SINTOMI
Il primo sintomo nella capra è la paralisi flaccida, ma può insorgere anche tetania. Poiché ipocalcemia e tossiemia gravidica si manifestano generalmente nelle stesso periodo, può essere difficile distinguerle; è necessario quindi verificare la tossiemia rilevando la presenza di corpi chetonici nelle urine.

Nei capretti l’ipocalcemia si può presentare a seguito di trasporto per lunghe distanze e, se associata a ipomagnesiemia, può dare tremori muscolari e tetania, con morte entro 24-48 ore.

TERAPIA
È fondamentale somministrare via endovenosa soluzioni di calcio gluconato ( 1 g calcio/50 Kg di peso vivo) per avere un rapido recupero.

PREVENZIONE
Si basa soprattutto sull’alimentazione: nelle ultime 6 settimane di gestazione è necessario garantire alle capre un buon apporto di calcio e di energia nella razione, utilizzando un fieno ricco di calcio, come ad esempio quello delle leguminose.

 

Indietro a "Patologie"