CARENZA DI VITAMINA B1 (TIAMINA)

Categoria principale: VETERINARIA

La tiamina svolge numerose funzioni nell’organismo e fa anche parte del metabolismo dei neurotrasmettitori. La carenza di questa vitamina provoca poliencefalomalacia, una patologia che colpisce il sistema nervoso centrale.
Alcuni fattori alimentari possono contribuire allo sviluppo di questa patologia, quali carenza di cobalto, eccesso di solfati nella dieta, latte carente di tiamina nella dieta dei capretti.

SINTOMI
I sintomi precoci e specifici sono anoressia, diarrea, tremori muscolari, sonnolenza, depressione, cecità, strabismo, aggressività, eccitazione, masticazioni ripetitive. Successivamente la maggior parte degli animali va in decubito. Se l’animale sopravvive, viene in genere eliminato per le sue scarse performance produttive.

TERAPIA
Se trattata per tempo con somministrazione di tiamina dà buoni risultati, mentre se trattata dopo la comparsa dei sintomi lascia gli animali ciechi e depressi. La somministrazione di tiamina deve essere effettuata tre volte al giorno per tre giorni nella dose di 10-20 mg/Kg di peso vivo, intramuscolo o sottocute.

 

Indietro a "Patologie"